Nemo: l’iconica testa-poltrona di Lupin è già un cult

Categorie

Notizie più lette

testa-poltrona Nemo
La testa-poltrona Nemo in versione nera

Storia di un amore a prima seduta

La testa-poltrona di Lupin è diventata un cult. Si chiama Nemo, proprio come il mitico capitano, ma non sonda i fondali oceanici. Nata dal genio creativo del designer Fabio Novembre, riproduce un volto umano dalle fattezze classiche ed accoglie Lupin nella famosa serie tv di Netflix.

La testa-poltrona dal sintomatico mistero

Il celebre ladro gentiluomo, seduto su Nemo, pensa, riflette e studia i suoi piani.

Il volto scavato diviene uno spazio abitabile, con un’ampia seduta in grado di accogliere comodamente una persona. Ma anche di celarne l’identità. Dalla prospettiva laterale o frontale, non si vede chi c’è dentro.

Lupin infatti resta nascosto quando si rilassa completamente sullo schienale della poltrona, seguendo i tratti fluidi dei suoi lineamenti.

Lo riconosciamo solo quando si sposta in avanti, mostrandosi con l’espressione di chi sa esattamente cosa fare.

L’enigmatica poltrona che sembra una maschera, invece, mantiene immutata la sua espressione neutra. Conserva in segreto i suoi pensieri.

Tra i due cult, è amore al primo incontro

Il personaggio di Lupin, nato dalla penna di Maurice Leblanc, è un cult da oltre cent’anni. Nella serie Netflix a lui dedicata siede sull’affascinante testa-poltrona, già diventata un culto dei nostri giorni.

Interamente realizzata in materiale plastico riciclato, Nemo fa parte della capsule collection Black is the new Green.

Una linea creata a partire dagli scarti della produzione interna o prodotti smaltiti con raccolta differenziata, in un’ottica di sostenibilità ambientale.

Le colorazioni scelte per questa collezione vanno dal bianco all’oro, passando per il rosso.

Quella di Lupin è nera, in accordo con la sua personalità magnetica e misteriosa come la notte.

Una poltrona bella da ogni prospettiva

I tratti classici del suo volto, quasi inespressivo, son pieni d’armonia. Richiamano i lineamenti tipici della grecia antica, pur essendo stata progettata nel 2009.

Messa al centro di una stanza, cattura decisamente l’attenzione.

Driade la presenta frontalmente. Nella foto con Lupin appare di profilo. Dalla parte della seduta, lo spazio si apre ad accogliere tutto il corpo dell’ospite. Da qualsiasi lato la si guardi, offre un nuovo aspetto della propria personalità. La bellezza di Nemo rimane intatta da ciascuna angolazione.

La poltrona-scultura che si adatta ad ogni luogo

Nemo è destinata sia agli spazi interni che esterni. Un’opera che si pone tra arte e design.

Esposta in casa o in giardino, crea un’atmosfera particolare, a tratti onirica.

Viene abbinata al tavolino Roly Poly e alla raffinata sedia Sissi, sempre della Green Collection, 100% recycled.

L’etichetta che germoglia

La speciale etichetta di questi prodotti è in carta biodegradabile al 100% e contiene semi non OGM, che germogliano a contatto con acqua e terra.

Un piccolo segno di grande valore, che rispecchia lo spirito con cui questa poltrona e i suoi complementi sono stati creati.

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Come si arreda un giardino
Come si arreda un giardino ce lo insegna Saba Italia con un outdoor bellissimo e...
Valcucine e la mappatura LEED V4.1
Valcucine e la mappatura LEED V4.1 sembra il titolo di una storia ed in un...
Milano: Salone del Mobile 2022
A Milano il Salone del Mobile 2022 sta per riaprire le sue porte e noi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Acconsento al trattamento dei dati personali come descritto nella privacy policy.